GLFC combatte la diffusione del virus SARS (Severe Acute Respiratory Syndrome) CoV-2 causa della malattia COVID-19 garantendo la qualità e la continuità del servizio

In riposta alla diffusione del Coronavirus la GLFC si è impegnata, fin da subito, a garantire che tutte le attività lavorative svolte presso gli uffici e presso la struttura da noi gestita, si svolgessero nel rispetto dei massimi standard di sicurezza sanitaria assicurabili in questa emergenza. Per leggere il testo ufficiale clicca qui.

Il tutto è avvenuto in concertazione con il Responsabile del Servizio di Prevenzione e Protezione (RSPP).

Per la GLFC è prioritario tutelare la salute di tutto il personale e delle loro famiglie, delle persone con cui quotidianamente opera e si interfaccia, e contribuire al perseguimento di un importante obiettivo istituzionale.

Le azioni da noi svolte a partire dal 27 febbraio scorso ad oggi:

 

 - È stata immediatamente istituita un’ unità di crisi con l’organizzazione di un Consiglio Direttivo in video conferenza sul COVID-19;

 

 - È stata creata una newsletter per fornire comunicazioni e informazioni utili relative all’emergenza COVID-19 e fornito i numeri per avere informazioni e chiarimenti;

 

 - È stato distribuito a tutti gli addetti ai lavori un “protocollo salute e sicurezza”, contenente le misure comportamentali e di igiene personale fornite da Regione Liguria per ridurre l’esposizione al

  virus e la sua trasmissione;

 

 - Vengono tempestivamente recepite e comunicate le disposizioni di volta in volta contenute nei Decreti ministeriali, di Regione Liguria e del Comune di Genova per quanto concerne la ns sede    genovese. Gli stessi sono adottati e divulgati tra le ns imprese del PACC;

 

 - Abbiamo sospeso le riunioni “fisiche” ed avviato da subito riunioni in video conferenza, come prevede il ns Statuto anche in merito a riunioni del Consiglio Direttivo;

 

 - Si è sospeso l’accesso del nostro personale presso la sede, avviato per alcune persone il lavoro in smart working e per altre avviato il sistema di ferie come da primo Decreto e successivamente  di Cassa Integrazione dopo il 3 di aprile;

 

 - Abbiamo potenziato il nostro sistema di infrastrutture informatiche in dotazione per garantire l’operatività del nostro gruppo di lavoro;

 

- Continueremo a tenere monitorata la situazione e tempestivamente, nel caso ce ne fosse bisogno, adotteremo ulteriori misure per contrastare la diffusione del Covid-19.

 

Stiamo inoltre comunicando con gli Enti Regionali e Società per Cornigliano per verificare se è possibile concedere l’annullamento di una mensilità del contratto di prestazione servizi per le imprese del PACC.

 

Il nostro lavoro non si ferma, anzi sono attive tutte le divisioni a supporto degli Enti, delle Case di

Produzione e degli operatori del settore.

 

Cristina Bolla

Presidente

Genova Liguria Film Commission